Legge e sport

Eventi spettacolari



La lunga notte della "47ª Fanino Alquati"


Sta ormai spuntando il sole quando arriva il punto del 12-11 che da la vittoria agli emiliani Signorini-Antonini nella 47ª edizione della "Fanino. Vittoria sudatissima perché mai, in tutte le precedenti edizioni, s'era avuto un equilibrio tanto latente e mai s'era dovuto combattere così a lungo per conquistare il successo. Quasi un'ora è durata la battaglia finale dopo che entrambe le coppie finaliste già si erano aggiudicate sei partite ciascuna ed erano in campo da quasi 12 ore ininterrottamente.

Solo sull'11-11 c'è stato un leggero cedimento di tensione per il fprmidabile aquilano Formicone ( da otto anni in testa alle classifiche nazionali) e Signorini ha potuto così piazzare la boccia che ha dato a lui la seconda vittoria nella Fanino (la vinse nel 2004) ed al bravissimo Antonini (bocciatore nella coppia, ma premiato come miglior puntista) il primo successo nella maniofestazione della Canottieri Bissolati, uno dei pochi che mancava nel suo palmares. Il loro cammino è stato avvincente e la vittoria finale premia la coppia che si è dimostrato più regolare e col miglior rendimento. Già in semifinale, battendo una delle coppie favorite, D'Alterio-Savoretti, avevano dato l'impressione di potersi aggiudicare il trofeo.

Gli aquilani Formicone-Di Nicola hanno avuto un cammino forse più facile, ma altrettanto sicuro. In semifinale s'erano sbarazzati abbastanza agevolmente di Bassi-Tiengo subito dopo aver eliminato l'unica coppia cremonese arrivata ai quarti, quella della Delma composta da Cremaschi e Comizzoli. In finale, dopo una partenza poco felice, i due aquilani sono riusciti a rimontare e arimettersi in linea con gli avversari tanto da pareggiarli a quota 11, poco prima di cedere sull'unico errore commesso da Formicone.

In sostanza, un grande successo sul piano organizzativo con una finale giocata, nonostante la stanchezza che i quattro finalisti avevano accumulato durante lo svolgimento del torneo, con un tasso tecnico elevatissimo. Giovanni Piccioni e tutti i suoi collaboratori possono andar fieri del lavoro compiuto e riomettersi presto al lavoro per allestire la 48ª edizione.

Molti coloro che hanno resistito sino alla fine, con le premiazioni che si sono svolte ormai alla luce del giorno con la presenza del neosindaco Oreste Perri e della Vice presidente della Amministrazione provinciale Chiara Capelletti.



Il gruppo delle coppie che si sono guadagnate l'accesso ai quarti di finale



Il pubblico presente alla finale


Sefora Corti, campionessa del Mediterraneo con Germana Cantarini, insieme a Bruno Casarini



La prima coppia cremonese classificata: Cremaschi-Comizzoli



Un momento della semifinale tra Antonini-Signorini e Savoretti-D'Alterio



D'Aterio, Signorini, Savoretti in semifinale


Signorini va a punto



D'Altero-Savoretti, terzi, premiati da Maurizio Mondoni



Secondi classificati: Formicone-De Nicola con Chiara Capelletti e Bruno Casarini



Oreste Perri premia i vincitori: Antonini-Signorini


Il Trofeo




Formicone



Signorini



De Nicola



Antonini, premiato come miglior puntista



Formicone, miglior bocciatore della "Fanino"



Stretta di mano a fine partita tra i finalisti



De Nicola



la coppia vincente: Signorini-Antonini



La pagina è aggiornata alle ore 18:35:08
di Dom, 12 lug 2009