Una pagina per l'economia e tutto ciò che le si muove intorno




PRIMA PAGINA CRONACACULTURASPORTLETTEREARRETRATISONDAGGI



Parte la pizza di alta qualità, cotta nel forno a legna, c'è anche il marchio Auricchio: obiettivo 5 milioni di pizze nel 2011

Vi diamo anche la ricetta, magari da provare a fare in qualche forno a legna artigianale, della singolare pizza al provolone

Sta per partire una pizza surgelata tutta italiana sostenuta dalle grandi firme (in riferimento ai prodotti impiegati come ingredienti). L'alta qualità è garantita dai produttori che forniscono gli ingredienti e dalla cottura nel forno a legna. Partecipano Auricchio, Beretta, Wuber, Nostromo. Si punta a insidiare la quota di mercato della Cameo arrivando a vendere 3 milioni di pizze nel 2010 e 5 nel 2011.

La pizza al provolone avrà il logo di Auricchio. L'incarto si può vedere nella riproduzione a destra. Il nome, per la verità non esaltante, è "Pizza, le firme del gusto".
Intervista su "Repubblica" al 31enne timoniere del progetto che partira’ il prossimo 8 settembre in Friuli. Roncadin. Non ha dubbi: “Si tratta di una garanzia in piu’ per i clienti e di una valorizzazione delle eccellenze del made in Italy“.

Riguardo al futuro Roncadin ha idee molto chiare. Dice:”La strada delle alleanze è appena iniziata. Ad esempio stiamo trattando con Bertolli per proporre al mercato una focaccia bianca all’olio extravergine di oliva“.

L'intervista è improntata sulla centralità del made in Italy: aziende italiane che si consorziano per produrre un prodotto surgelato della tradizione italiana con ingredienti di qualità. ln realtà, per onor del vero, il marchio Bertolli cosi come il Tonno Nostromo non sono marchi italiani visto che fanno capo ad aziende spagnole, Beretta e Wuber si presentano con marchi separati ma sono uno solo, rappresentano la medesima azienda. Auricchio è il più originale: porta nella pizza il provolone, sin qui poco o per niente presente nella pizza tradizionale. Innovazione , dunque, nelle quattro proposte.

Eccovi allora una curiosità, la ricetta della pizza al provolone di Auricchio.: INGREDIENTI: Farina di grano tenero, polpa di pomodoro 16,8%, formaggio Provolone affumicato 15,7% (latte vaccino, sale caglio, fumo), acqua, mozzarella 10,4% (latte vaccino, sale, caglio, fermenti lattici), pomodoro a cubetti 5,2%, olio di oliva, sale, destrosio, farina di frumento maltato, lievito. Peso 382 grammi. Si potrebbe provare ad anticiparla in qualche forno a legna artigianale.

Silvio Lacchini presidente Gruppo Albergatori

Silvio Lacchini è il nuovo presidente del Gruppo Albergatori dell’ASCOM della provincia di Cremona. Gestore di prestigiosi hotels nel centro cittadino (Delle Arti e Impero) guiderà la categoria fino al 2013, attraverso un quadriennio determinante sia perché la crisi penalizza il settore sia per l’imminenza dell’Expo che Milano ospiterà nel 2015.

Per recuperare spazio di competitività, peraltro, sarà necessario un impegno straordinario delle Amministrazioni locali per riqualificare l’immagine di Cremona e della sua provincia e rilanciarne l’attrattività. Proprio su queste istanze l’Associazione è attiva da anni in tutte le sedi istituzionali.

Il protocollo nazionale recentemente siglato dal Sottosegretario al Turismo, Michela Vittoria Brambilla e dal Sottosegretario allo Sviluppo economico con delega al commercio estero Adolfo Urso, volto all'integrazione delle reti operative di Enit e Ice, ed alla realizzazione di attività promozionali congiunte per la promozione del Made in Italy e della offerta turistica, rappresenta un importante passo in avanti in questa direzione.

“Ora - osserva Lacchini - occorre che anche Cremona si mobiliti per rilanciare le straordinarie risorse del Territorio e fare del turismo un perno economico di speranza per il futuro, soprattutto in questa fase di recessione”

Nel corso dell’assemblea, alla quale era presente il vice presidente Ascom, Sergio Vacchelli, è stato eletto anche il nuovo consiglio direttivo del Gruppo Albergatori:  vicepresidenti Nicola Conte (Bifi Hotel) e Saverio Bettinelli (Astoria) Alessandra Cattaruzzi (Pilgrim’s), Franco Baroschi (Hotel Parco), Erminio Consoli (Novecento), Loretta Arisi (Visconti), Luciano Costa (Cremona Palace hotel), Marco Andreini (Park motel) e Felice Pupillo (hotel Vechhio Casello).

Le Fattorie del Gusto, bontà Cremonesi

Ben visto dalla Coldiretti, un nuovo negozio è stato aperto da giovedì 18 dicembre a Cremona, in Via Massarotti 46 d/e il negozio le "Fattorie del Gusto". Si muove nel segno dell’incontro diretto fra produttori agricoli e cittadini-consumatori. Sfliano le aziende produttrici e le loro specialità: formaggi, salumi, carni, pasta, confetture, conserve e tanto altro.



In "Navigare" orari aerei e ferroviari, notizie interne ed estere, meteo e tanti altri indirizzi per vivere meglio


Email me!

Clicca su e.mail per scrivere a Il Vascello


www.finanza.com
News sulla Borsa italianainfo.gif (242 byte)


Incontro della Giunta Perri con i professionisti: migliorare la collaborazione, abbiamo risorse eccellenti

Si è tenuto in Sala Ranzi l'incontro tra amministratori e tecnici e professionisti di settore. Presente il sindaco Oreste Perri, che ha rivolto un breve saluto ai partecipanti, hanno preso quindi la parola il vice sindaco Carlo Malvezzi e l'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli. All'incontro è intervenuto anche l'assessore alle Politiche Ambientali Francesco Bordi.
"Si tratta del primo incontro con il mondo professionale -- dichiara al riguardo il vice sindaco Malvezzi - con il quale la nuova Amministrazione intende stabilire un rapporto di collaborazione stabile, aprendo in questo modo un confronto sui tanti temi che dovranno essere affrontati già nelle prossime settimane. Gli obiettivi che stanno alla base di tale iniziativa sono due: la condivisione della cura e della qualità urbana, alla quale deve concorrere non solo l'ente locale ma anche tutto il mondo professionale; la condivisione del processo di semplificazione delle procedure, in modo tale da offrire risposte più puntuali e precise ai cittadini: in questo caso il ruolo dei professionisti è decisivo.
"Il coinvolgimento degli ordini professionali e dei professionisti cremonesi, risorsa fondamentale del territorio, è essenziale per rispondere alle partite importanti che l'Amministrazione Comunale si trova ad affrontare nell'immediato: la nomina della nuova commissione edilizia (composta esclusivamente da tecnici); la nomina della nuova commissione paesaggistica; la predisposizione del nuovo regolamento edilizio.
"Durante l'incontro -- conclude il Vice Sindaco -- abbiamo comunicato ai presenti che la Giunta sta valutando tutte le possibilità che l'attuale normativa mette a disposizione per consentire anche ai talenti cremonesi di potere essere protagonisti nel progetto di cambiamento della città che vogliamo attuare".
Dal canto suo l'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli sostiene che, attraverso tali confronti, la volontà è di costruire un percorso virtuoso con gli ordini professionali in genere e con i professionisti cremonesi in particolare. Per questa ragione, secondo l'assessore Zanibelli, sin dai primi momenti successivi all'insediamento della Giunta, vi era in animo di dare vita a questo primo confronto così da avviare in seguito incontri periodici utili per accogliere stimoli e suggerimenti. "Siamo anche consapevoli - aggiunge infine l'Assessore ai Lavori Pubblici -- che il territorio cremonese è estremamente ricco di professionalità eccellenti, professionalità che intendiamo coinvolgere attraverso un mutuo e reciproco scambio di conoscenze e saperi".

Salvambiente, al via il nuovo bando

1.450.000 euro alle imprese e consorzi artigiani

per il conseguimento di certificazioni ambientali e il miglioramento dell’impatto ambientale

 

Regione Lombardia e sistema camerale lombardo rinnovano il loro sostegno alle imprese e ai consorzi artigiani che realizzano progetti finalizzati a introdurre processi e prodotti innovativi a basso impatto ambientale e al risanamento ambientale nell’esercizio dell’attività d’impresa.

L'iniziativa, che rientra nell'Accordo di Programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, mette a disposizione complessivamente 1 milione 450 mila euro di contributi in conto capitale e a fondo perduto

I contributi previsti ammontano al 25% della spesa ammissibile per le imprese artigiane e al 30% per i consorzi, fino a un massimo di 80.000 euro.

Sono ammesse a partecipare le imprese artigiane e i consorzi artigiani iscritti negli albi delle Camere di Commercio della Lombardia che:

§       abbiano in corso un progetto di certificazione ambientale, risanamento o miglioramento ambientale del valore minimo di 15.000 Euro (al netto di IVA);

§       al momento della presentazione della domanda di contributo abbiano già realizzato l’investimento almeno nella misura del 10%.

Verranno finanziati i progetti, con spese documentate sostenute nel periodo compreso fra il 15 luglio 2009 ed il 15 luglio 2010, che rientrano nelle seguenti categorie:

#       conseguimento di certificazioni ambientali europee/internazionali/nazionali (EMAS, ISO 14001, ECOLABEL, certificazione ambientale di prodotto, ecc.);

#       realizzazione di impianti innovativi per la produzione di energia da una delle seguenti fonti rinnovabili: impianti solari o fotovoltaici, eolici, da biomasse derivanti da coltivazioni a rapida crescita;

#       introduzione di tecnologie innovative per ridurre nel ciclo produttivo l’impatto ambientale in termini di emissioni d’aria, acqua, rifiuti, rumore e risparmio energetico nel processo produttivo;

#       realizzazione di interventi finalizzati a ridurre il peso degli imballaggi e ad incrementarne la multifunzionalità.

Le imprese e i consorzi della provincia di Cremona possono presentare domanda entro il 30 ottobre  2009 presso la Camera di Commercio di Cremona. Il testo completo del bando ed il modulo per la richiesta di finanziamento è disponibile presso la Camera e sul sito www.cr.camcom.it

Direzioni territorio di Unicredit

A Cremona Michele Mandelli

Nel suo processo di riorganizzazione UniCredit Banca ha creato una direzione di territorio per Cremona che comprende 14 agenzie (4 a Cremona, 3 a Crema, 1 ciascuno a Casalmaggiore, Bagnolo Cremasco, Castelleone, Pandino, Pizzighettone, Soresina e Soncino), un centro piccole imprese e un centro sviluppo che hanno sede sempre nel capoluogo per un totale di 84 dipendenti. Alla guida di questa direzione territoriale è Michele Mandelli che ha iniziato la sua carriera nell’87 presso il Credito Italiano ricoprendo incarichi a Milano, Monza e Cremona. Il responsabile del centro piccole imprese, dedicato specificamente alle esigenze dell’imprenditoria locale è Maurizio Raoul Fonda.
Le ultime agenzie UniCredit Banca aperte nel cremonese sono state nel 2008 quelle di Pizzighettone, Pandino e Bagnolo Cremasco e, nel 2009, Soncino.
La direzione territoriale cremonese risponde al direttore commerciale Lombardia Est Valerio Bottazzoli, che lavora nell’ex direzione generale di Bipop presso Palazzo Biscotto a Brescia, coadiuvato da una settantina di persone, a cui fanno capo 12 direzioni territoriali sparse fra le province di Brescia, Bergamo, Mantova e Cremona, per un totale di 1500 dipendenti.
“Questa nuova organizzazione – ha spiegato Valerio Bottazzoli – non è casuale ma nel segno della continuità e della volontà concreta di mantenere un forte radicamento in questo territorio. Una direzione territoriale significa avere un ascolto più diretto del tessuto economico locale al quale si possono dare risposte immediate e concrete gestite in autonomia”.

Valentino Boiocchi è il nuovo Presidente di CNA Giovani Imprenditori

Succede a Vittorio Venturini che rimane all’interno del gruppo

Mercoledì 25 giugno nel corso dell’assemblea elettiva di CNA Giovani Imprenditori che si è svolta presso la sala Mercanti della Camera di Commercio di Cremona, Valentino Boiocchi, 36 anni, impiantista di Castelleone è stato eletto Presidente del Gruppo. Succede a Vittorio Venturini che rimane all’interno della presidenza. 

Venerdì 10 luglio "CONVEGNO - ASSEMBLEA ELETTIVA CNA GIOVANI IMPRENDITORI LOMBARDIA" a Cremona presso Palazzo Trecchi, alle ore 17.30.
Il convegno che verte sul tema "Un’altra finanza possibile! l’esperienza di JAK Bank" è il prologo all'elezione del nuovo Presidente Regionale dei Giovani Imprenditori.

La Presidenza di CNA Giovani nella foto:
In piedi da sinistra: Corrado Boni, Massimiliano Montani, Vittorio Venturini
Seduti: Stefania Milo, Valentino Boiocchi (Presidente CNA Giovani Imprenditori Cremona) e Sara Terreni

Congiuntura cremonese: dati meno negativi

Oltre 4 milioni di euro anticrisi nel 2009: così la Camera di Commercio

L’andamento del settore manifatturiero cremonese nel secondo trimestre 2009 fornisce segnali  univoci di un rallentamento della recessione in atto.

Le variazioni dei principali  indicatori (produzione, ordini e fatturato)   sono ancora quasi tutte negative e, soprattutto quelle tendenziali, con valori  che restano importanti, ma sono in generale miglioramento rispetto al trimestre scorso.

Non mancano altri segnali incoraggianti: si rileva infatti  un importante incremento della domanda estera  (+8% rispetto al primo trimestre 2009) confermato anche dai dati riferiti all’intera Lombardia (+2%).

Anche l’assottigliamento del livello delle scorte di prodotti, dopo il notevole incremento dei mesi scorsi, dovrebbe creare le premesse per la futura ripresa della produzione.

Aumenta leggermente la percentuale di imprenditori che hanno aspettative di incremento della produzione per il prossimo periodo, pur rimanendo negativo  il saldo  tra coloro che prevedono aumenti e coloro che invece ritengono più probabile un’ulteriore diminuzione della produzione.

In Lombardia la produzione destagionalizzata, rispetto ai primi tre mesi dell’anno, cala del 3% - contro il 4% della rilevazione precedente -  gli ordini interni segnano un -1,6% contro il -4%  del trimestre scorso, quelli esteri sono  in aumento +1,6% contro il -2,1%. Confermano  valori in diminuzione  fatturato interno ed estero e occupazione, rispettivamente a -5,7%, -3,7%  e -1,3%.

La provincia di Cremona manifesta la stessa tendenza congiunturale, ma resta su cali destagionalizzati più contenuti.

 L’attuale difficoltà del mercato del lavoro provinciale è attestata anche dai dati sui ricorsi alla Cassa Integrazione Guadagni che continuano ad aumentare: si passa infatti dalle 484.000 di ore autorizzate negli ultimi tre mesi del 2008 alle 1.156.000 del primo trimestre 2009, per giungere alle 1.733.000 del secondo trimestre.

Riguardo alla dimensione aziendale, l’attuale congiuntura produttiva sembra confermare la migliore tenuta delle imprese industriali di maggiore dimensione, con più di 200 addetti, evidentemente più attrezzate strutturalmente a sostenere gli impatti della crisi. Per le altre classi dimensionali il calo produttivo tendenziale è invece più consistente.

Il clima recessivo del settore manifatturiero si riscontra, analogamente a quanto accade a livello regionale, anche nel comparto artigiano dove però la situazione rimane negativa anche a livello congiunturale. Si ripetono infatti importanti arretramenti per tutte le variabili principali con la produzione al -3,4%, il fatturato e gli ordini interni oltre il -4%, occupazione a -1,8%. Neanche il settore estero dà all’artigianato quel segnale positivo commentato invece nell’industria e la domanda internazionale arretra sensibilmente nel trimestre dal +7% al -0,5%.

A livello locale, come Camera di Commercio è stato deliberato idi sostenere l’accesso al credito delle imprese tramite la concessione di importanti finanziamento ai Consorzi fidi.

con un contributo di € 300.000 a favore degli organismi di garanzia fidi che si vanno ad aggiungere ai € 500.000 destinati all’operazione “Confiducia” e ai €  240.000 già erogati sempre a favore dei Consorzi fidi di primo livello: la  Camera nell’ultimo periodo ha destinato al credito ben € 1.040.000.

 E’ stato inoltre  confermato anche il contributo “una tantum” pari ad € 10.000  a favore degli organismi che si aggregano in realtà più strutturate e più efficienti.

Non è venuto meno il rischio che le ricadute della recessione sul mercato del lavoro possano ripercuotersi in misura significativa sulla domanda finale.

Per questo sono stati stanziati € 100.000 per interventi a sostegno dell’occupazione da attuarsi in accordo con le forze sociali e con l’Amministrazione provinciale.

Anche il sostegno all’innovazione deve essere incrementato: sono stati stanziati € 120.000 per il rifinanziamento del bando innovazione e € 50.000 per il rifinanziamento del bando Innova retail, volto a favorire investimenti nelle imprese commerciali.

Ulteriori € 120.000 sono stati inoltre destinati  ad interventi volti a favorire l’internazionalizzazione delle aziende

Sempre per favorire lo sviluppo del territorio, la Giunta camerale ha inoltre esaminato la proposta di sottoscrivere  la propria quota parte dell’aumento del capitale sociale di “Autostrade Lombarde” : circa € 140.000 destinati a finanziare la realizzazione di Brebemi rimandando la decisione  di adesione a settembre.

Si tratta di interventi importanti, che portano a circa € 4.040.000,00 la somma destinata dalla Camera nel 2009 ad interventi a favore delle imprese



La pagina è aggiornata alle ore 7:49:32
di Dom, 16 ago 2009